VENEZIA

Storia di Palazzo Mazzoni

a cura di Jacopo Cazzaniga

C'ERA UNA VOLTA LA CENTRALE MAZZONI

Palazzo Mazzoni nasce dalle ceneri di un’antica centrale termica, costruita nel 1937 per soddisfare il fabbisogno energetico della vicina stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia, sui cui binari transitano ogni anno oltre 30 milioni di passeggeri. In passato lo scopo di una centrale termica, come suggerisce il nome, era quello di riscaldare l’intera stazione. Al suo interno, come nella pancia di una balena, trovavano posto le caldaie destinate a bruciare il carbone per il riscaldamento della stazione e i vagoni passeggeri.

La Centrale Mazzoni viene pensata e progettata come fosse un motore, mantenendo il ciclo di lavorazione del carbone come principale fonte di ispirazione. L’intero fabbricato si sviluppa a partire da una poderosa area centrale e tutti gli spazi sono all’insegna del ciclo di trasporto carbonifero, fino a raggiungere le sopraccitate grandi caldaie in cui un tempo si produceva il vapore.

UN VULCANO SPENTO

Gran parte dei macchinari furono portati via dalla Centrale Mazzoni prima del recupero architettonico avvenuto negli anni ‘90, senza alcun rispetto o considerazione dell’archeologia industriale che abitava gli antichi spazi della centrale termica. Palazzo Mazzoni rimase per anni una “scatola” vuota, abbandonata nel cuore del sestriere di Cannaregio, un vulcano dormiente, che ormai non faceva registrare più alcuna attività ai sismografi ipotetici dei cittadini veneziani, che finirono col dimenticarsene del tutto, lasciando che venissero costruiti intorno ad esso altri due palazzi di bassa qualità.

I lavori per la ristrutturazione terminano nel 2010, anno in cui l’edificio viene finalmente presentato al pubblico nella nuova veste di complesso residenziale, in grado di ospitare fino a 30 appartamenti di diversa tipologia, dai meravigliosi attici quadrilocali ai bilocali con una splendida vista sull’orto del convento degli Scalzi.

BENVENUTI A PALAZZO MAZZONI

Oggi, Palazzo Mazzoni è un pregevole edificio classificato con classe energetica A, il cui aspetto tradisce la volontà di restituire alla città un importante fabbricato d’epoca. La struttura del Palazzo è stata infatti realizzata in acciaio e legno con travature a vista sul soffitto, lastre in vetro che si affacciano nel cortile interno, rivestimenti a mosaico nelle stanze da bagno e illuminazione a led negli spazi comuni che brillano di un bianco sereno e silenzioso.

Palazzo Mazzoni non è soltanto un residence. E’ un vulcano spento in cui ricaricarsi. Un’oasi di pace a Venezia. Un nuovo modo di vivere la città, in controtendenza con la frenesia che spesso contraddistingue le vacanze dei turisti. Palazzo Mazzoni è un punto di partenza per passeggiate meravigliose, verso l’Arsenale per vedere l’alba o sulle fondamenta di Cannaregio per ammirare il tramonto. Chiedetelo agli abitanti di Napoli, di Stromboli e della Sicilia. Chi dorme accanto a un vulcano, ne assorbe l’energia. E Palazzo Mazzoni è il luogo adatto in cui ricaricare le energie per esplorare la città di Venezia.

APPARTAMENTI A VENEZIA

Gli appartamento di Palazzo Mazzoni ti attendono per vivere uno splendido soggiorno nella città di Venezia, al riparo dalla folla di turisti e nella tranquilla cornice del sestriere di Cannaregio. All’interno del complesso sono presenti unità di varia metratura, adatti alle diverse esigenze di tutti i tipi di clienti.

Palazzo Mazzoni è facilissimo da raggiungere e dista soltanto pochi minuti a piedi dalla stazione di Venezia Santa Lucia: un particolare da non sottovalutare se si arriva presso la città lagunare con bagagli al seguito. Infatti, per raggiungere il complesso non è necessario attraversare ponti o salire a bordo del vaporetto. Bastano cinque minuti a piedi per imboccare Calle Priuli ai Cavalleti e lasciare finalmente le valigie, tutto a vantaggio della vostra serenità.

Trova il tuo appartamento ideale a Venezia!

VEDI GLI APPARTAMENTI
Sull'autore
Jacopo Il Cavaliere errante

Da sempre in giro per il mondo, oggi Jacopo Cazzaniga lavora a...

Condividi con i tuoi amici