Madesimo

Prelibatezze di Montagna

Sapori di montagna, sapore di bontà

Se la vostra prima domanda è: cosa mangiare in Valtellina, esiste un piccolo borgo che racchiude freschezza e bontà. La città di Madesimo è un vero e proprio crocevia di profumi, in cui le dolci fragranze dei fiori selvatici si mischiano con le spezie inattese che impreziosiscono i piatti tipici locali, dalla carne salada qui nota come “brisaola” ai salumi pregiati, privi di conservanti, ma anche torte gustose e saporiti dolcetti.. 

Vuoi trascorrere una vacanza a Madesimo? Vedi subito i nostri appartamenti!

Quel mazzolin di fiori..

…che vien dalla montagna, recitava una popolare filastrocca italiana cantata dalle mondine della provincia di Novara. E non a caso, uno dei dolci più popolari di Madesimo è proprio la torta di fioretto, che viene preparata ancora in maniera artigianale utilizzando i fiori sminuzzati di finocchio.

Tutta la provincia di Sondrio, per la sua particolare posizione e la varietà di microclimi è una vera propria oasi botanica, in cui gli eleganti larici dalla chioma color ruggine convivono con la genziana da cui si estrae l’omonimo liquore, servito in tutti i rifugi ad alta quota per riscaldarsi nell’attesa tra una sciata e l’altra.

Le dolcezze di Madesimo

A Madesimo, più che in ogni altro posto, la natura vede e provvede. A primavera, per esempio, quando la neve inizia finalmente a sciogliersi, il sottobosco restituisce la vita alle piante di ribes, mirtilli e lamponi. La tavolozza dei boschi circostanti, dal bianco lattiginoso cui era stata costretta per tutta la durata dell’inverno, si tinge ancora una volta di rosso e di viola.

E sulla vostra tavola, in tutti i migliori ristoranti della zona, viene servita la caratteristica torta di Madesimo, rigonfia di mirtilli e imbiancata da una spolverata di zucchero a velo.

L’onore di concludere il pasto, come da tradizione, spetta invece ai biscottini di Prosto, che devono la loro celebre morbidezza al burro impiegato nell’esecuzione della ricetta originale, la leggenda della cui invenzione risale addirittura al diciassettesimo secolo, quando gli stessi biscotti venivano preparati in casa della famiglia Del Curto in occasione delle feste di paese. A partire dall’impasto, ancora oggi segreto, la particolarità di questi piccoli dolci sta nel fatto che ancora oggi vengono preparati a mano.

In Valchiavenna la fame vien mangiando

Oltre ai dolci, l’area della Val Chiavenna è famosa in tutta Italia per la bontà dei prodotti salati. Prendiamo il caso del “mascarpin”, un tipo di morbida ricottina prodotta dai contadini a partire dal latte di capra, si candida insieme al bitto, dal colore paglierino e l’impagabile aroma piccante, al titolo di miglior formaggio d’alpe, grazie anche all’alimentazione naturale e genuina che viene utilizzata per sfamare gli animali.

A proposito di carni, una volta giunti a Madesimo non si può rinunciare ad un assaggio della sopraccitata “brisaola”, il cui lungo periodo di stagionatura e affumicatura regala a questo prodotto un sapore pepato e gustoso, secondo soltanto al violino di Capra che viene ancora oggi affettato brandendo la coscia come uno strumento musicale e il coltello come un archetto affilato, per uno spettacolo culinario di rara bellezza.

Ciliegina sulla torta, seppure salata, è rappresentata dalle patate di Starleggia, le cui ben note proprietà antiossidanti contrastano l’effetto dei radicali liberi e ritardano i processi di invecchiamento.

Vuoi provare le prelibatezze di Madesimo? Trova il tuo appartamento!

Se questo ancora non vi basta, probabilmente è perché dovete ancora provarlo con le vostre mani (o con i vostri denti, sarebbe meglio specificare). E allora perché non prenotare un tavolo presso il rifugio Bertacchi, che sia affaccia sullo specchio d’acqua del lago d’Emet, in Valle Spluga, e garantisce un panorama emozionante per un pranzo a base di pizzoccheri.

Questo ricordo sarà destinato a rimanere ben saldo nel vostro cuore per tutto il tempo a venire. Sarebbe ingiusto, però, tenere tutte per sé le saporite scoperte effettuate in alta quota.

E nel caso in cui vogliate replicare a casa, per la gioia dei vostri ospiti, alcune delle ricette consumate a Madesimo, sappiate che tutta la città pullula di negozietti e aziende agricole in cui accapararsi prodotti freschi e genuini.

Si segnala, a questo scopo, l’officina gastronomica “MA!”, gestita dallo chef de “Il Cantinone” di Madesimo, la cui vetrina dei salumi contiene un numero di gioielli da fare invidia allo show-room di un orefice.

E a dispetto del suo nome, potreste anche scegliere di concludere il tour gastronomico in vetta al rifugio Mai Tardi, che offre un servizio di motoslitte per tutta la stagione invernale e domina, dall’alto dei suoi 1900 m, tutta la città di Madesimo.

E nel solco di un’atmosfera accogliente, dinanzi a un camino sempre acceso, i proprietari del luogo sapranno farvi felici con una polenta taragna soffice e cremosa, accompagnata in chiusura da un bicchiere di grappa alle fragole. Per ribadire che mente e corpo si nutrono in eguale misura di bellezza e di bontà, entrambe presenti nella località di Madesimo.

Trascorri una vacanza indimenticabile a Madesimo, trova il tuo alloggio!

Qualche consiglio
  • Rifugio Mai Tardi Località Andossi - Madesimo
Sull'autore
Sara La milanese-siculo-salentina

Milanese di nascita, ma di origini siculo-salentine, Sara, con...

Condividi con i tuoi amici
  • Appartamenti a Madesimo